Altri luoghi dedicati a San Costanzo

San Damiano MacraAffresco con San Costanzo

A qualche centinaio di metri dalla borgata Roi, lungo la strada che volge verso levante, si trova la bella cappella di San Chiaffredo. Sulla facciata principale protetta da un ampio portico si trova un affresco in cui è presente l'immagine di San Costanzo a cavallo vestito da soldato romano della legione tebea.

Chiesa di San CostanzoPont Canavese

Chiesa Parrocchiale di San Costanzo (Sec. XIII) - Gli atti di visita di Monsignor Palaino Avogadro ne confermano l'esistenza gia nel 1328, Demolita per vetusta, tu riedificata nel 1642. Per l'improvviso incremento demografico, il pieveno Don Giacomo Carli ritenne di ampliarla. I lavori ebbero inizio il 13 marzo 1890.

Meana di SusaChiesa di San Costanzo

Chiesa di San Costanzo - La più antica di tutto il territorio meanese, la prima chiesa cristiana sorta dopo l'introduzione e conseguente espansione del cristianesimo in valle (terzo, quarto secolo). Gli abitanti della bassa Meana, trasferitesi nelle borgate superiori, hanno trasmesso anche a questi meanesi la loro profonda devozione a San Costanzo, che è divenuto il santo patrono di tutta la comunità.

Chiesa di San CostanzoVignolo

Chiesa di San Costanzo (patrono di Vignolo) - Costruita direttamente sulla roccia conserva ancora intatta la sua veste romanica. E' conosciuta fin dal XII secolo come una delle dipendenze che l'abbazia di Saint-Chaffrey di Velay aveva verso la valle Stura una delle "vie del sale" verso Nizza). Sopra l'ingresso è appena visibile l'ombra di un affresco (si distingue la palma tenuta in mano da San Costanzo martire). Merita una visita sopratutto per la singolare costruzione del campanile in facciata, raro in Piemonte. Info: Parrocchia di Vignolo tel. 0171.48268

SaluzzoDuomo di Saluzzo

La diocesi di Saluzzo lo ha eletto quale patrono insieme con l'altro celebre soldato tebeo San Chiaffredo. Le statue dei due martiri svettano infatti ai lati dell'altar maggiore della cattedrale cittadina. Nella navata sinistra del Duomo di Saluzzo merita particolare attenzione la Cappella del SS. Sacramento, realizzata nel 1729, dove si trova un piccolo locale, chiuso da un cancelletto, che ospita teche in cui sono conservate le reliquie di molti santi, tra cui il dito di Chiaffredo, il cranio di Costanzo e le ossa di Vittore.

La storia

Le date degli episodi più significativi nella storia del Santuario di San Costanzo al Monte.

Altri luoghi

La raccolta degli altri luoghi, monumenti, affreschi... dedicati alla figura di San Costanzo.

Visita virtuale

Per scoprire i particolari e le parti più interessanti del monumento da visitare.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare l'esperienza d'uso, continuando la navigazione accetti l'informativa sui cookies.